PROFUGHI UCRAINI: Informazioni per l’Assistenza e l’Accoglienza

10 Marzo 2022

Sintesi del Vademecum della Prefettura di Perugia (05/03/2022):

  • A) COSA FARE UNA VOLTA ARRIVATI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA
    1. Per chi ospita cittadini ucraini
      • il soggetto che ospita cittadini ucraini deve, entro 48 ore dall’arrivo, formalizzare apposita dichiarazione di ospitalità (indicando chi ospita e dove) all’autorità di pubblica sicurezza (Questura o commissariati o Comuni ove non hanno sede commissariati), utilizzando il modello “cessione di fabbricato”, scaricabile sul sito della Questura o cliccando qui corredato dei documenti di identità dei soggetti, ospitante ed ospitato.
      • La dichiarazione di ospitalità/cessione di fabbricato può essere consegnata nei seguenti modi:
        1. per chi ospita all’interno del Comune di Corciano inviare all’Autorità di P.S. Polizia locale
          • via pec all’indirizzo comune.corciano@postacert.umbria.it
          • per Raccomandata A/R indirizzata: All’Autorità di P.S. del Comune di Corciano, Polizia Locale, C.so Cardinale Rotelli, 21 – 06073 Corciano (PG)
          • consegnandola personalmente all’Ufficio Protocollo del Comune di Corciano nei giorni di apertura al pubblico: Lun-Mer-Ven- dalle 8,30 alle 12,30- Lun dalle 15 alle 17
        2. negli altri casi la dichiarazione di ospitalità / cessione di fabbricato può essere consegnata
      Le dichiarazioni e comunicazioni, riportate ai punti precedenti, devono essere effettuate anche da chi è già arrivato da tempo sul territorio delle Provincia.
    2. Cittadini ucraini giunti in provincia
      I cittadini ucraini che arrivano nel territorio della Provincia:
      1. devono presentarsi appena possibile presso gli uffici della Questura ovvero presso i competenti uffici del Commissariato di pubblica sicurezza - anche ai fini della richiesta di alloggio nel sistema di accoglienza straordinaria (CAS), gestito dalla Prefettura.
        La Questura di Perugia ha predisposto tutte le informazioni
        • sul sito istituzionale Questura di Perugia
        • apertura degli sportelli dedicati nei seguenti orari: mercoledì e venerdì dalle 15 alle 18, sabato dalle 9 alle 13
        • numero dedicato per messaggistica WhatsApp 328.3666748
      2. Effettuare il Tampone antigenico o molecolare entro le 48 ore dall’arrivo. Per i profughi privi di PLF ( Passenger Locator Form) o di certificazione verde Covid-19 o per chi non lo avesse fatto all’ingresso nel paese, deve sottoporsi a tampone presso i drive-through dei vari distretti della ASL (a Perugia- Piazza Umbria Jazz dalle 8 alle 14), munito di codice STP, di cui al punto C) o munito di passaporto o documento equipollente.
  • B) COSA FARE PER LA PREVENZIONE ANTI-COVID 19
    • Tampone antigenico o molecolare di cui al punto precedente.
    • VACCINAZIONE: La vaccinazione potrà essere effettuata e registrata con codice STP presso tutti i punti vaccinali della Regione, a partire dai 5 anni di età, per tutti coloro che dichiarino di non essere vaccinati.
  • C) COSA FARE PER L’ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SANITARIE
    I profughi potranno accedere alle prestazioni sanitarie con codice STP (codice Straniero Temporaneamente Presente) in attesa di rilascio di tessera sanitaria. Il codice STP è assegnato dagli sportelli Anagrafe assistiti delle USL sulla base del numero di passaporto o codice CUI assegnato da Questura e Commissariati di Pubblica sicurezza.

Rilascio certificato d’identità sostitutivo e prolungamento validità passaporti.  Note verbali dell’Ambasciata d’Ucraina

Con messaggio del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale datato 3 marzo u.s.,  concernente due Note Verbali dell’Ambasciata ucraina in Italia,  si comunica che

  • i Consolati rilasceranno i certificati provvisori d’identità ai cittadini ucraini in fuga dalla guerra;
  • la validità dei passaporti ucraini sarà prolungata fino a 5 (cinque) anni e i dati dei minori di 16 anni saranno inseriti nei passaporti dei loro genitori che fuggono dalla guerra in Ucraina o risiedono nel nostro Paese.

Protezione temporanea per la popolazione ucraina: il DPCM del 28 marzo 2022

Alla luce degli interventi normativi precedenti, è stato emanato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 28 marzo 2022 recante misure per la protezione temporanea per la popolazione ucraina. Il decreto disciplina la durata e le condizioni di vigenza della protezione temporanea, nonché le misure assistenziali previste. Cliccando qui puoi scaricare il testo del Decreto.


INFORMAZIONI

Questura di Perugia

  • sito istituzionale Questura di Perugia
  • sportelli  dedicati nei seguenti orari:  mercoledì e venerdì dalle 15 alle 18,  sabato dalle 9 alle 13
  • numero dedicato per messaggistica WhatsApp 328.3666748

 Comune di Corciano

Scarica l'informativa in formato stampabile


SOSTEGNO AI PROFUGHI UCRAINI

I cittadini che vorranno offrire il proprio sostegno sotto forma di un aiuto economico lo potranno fare tramite donazione al Fondo di Solidarietà del Comune di Corciano:

CODICE IBAN Fondo di solidarietà del Comune di Corciano IT18X0707538401000000613734
Causale: Ucraina

Per tutti coloro che necessitano di ulteriori informazioni è possibile telefonare all’Ufficio di Cittadinanza al numero 075 5188300 o inviare un email a: ufficiocittadinanza@comune.corciano.pg.it

#OffroAiuto - Emergenza Ucraina Consultare il sito https://offroaiuto-emergenzaucraina.protezionecivile.gov.it/#/


CENSIMENTO DISPONIBILITA’ ABITATIVE EMERGENZA UMANITARIA UCRAINA

In attesa di specifici approfondimenti con le diverse autorità competenti, il Comune di Corciano avvia una ricognizione della disponibilità all’accoglienza temporanea dei cittadini provenienti dall’Ucraina.

Per tutti coloro che fossero disposti a mettere a disposizione spazi abitativi, è possibile comunicarlo all’Ufficio di Cittadinanza al numero 075 5188300 o inviare una e.mail a: ufficiocittadinanza@comune.corciano.pg.it

Data: 
Giovedì, 10 Marzo, 2022
Top